Chiunque tu sia,
Buon Pomeriggio!
  Casa  
  Aree    
      Mercatino       Letteratura       Almanacco       Articoli       In giro per...    
 
  My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Accedi

L'uomo dell'ultimo tavolo - Stefano Medel

 
 

Le poesie di Stefano Medel: L'uomo dell'ultimo tavolo

 

ID Autore: 2169
ID Testo: 8436

Dedica: a Eli

Testo online da sabato 24 settembre 2016
Scritto nel 2016
Ricerca Avanzata

L'uomo dell'ultimo tavolo

L'uomo dell'ultimo tavolo
Sono qua, nel locale bar,
ma è colmo,
c'è il pienone per il pranzo,
e devo mettermi
nella saletta contigua;
è un po' triste e solitaria,
stò nell'ultimo tavolo,
e vedo la vetrata,
con la gente che passa e
và a fare shopping;
nel bar profumo di arrosto e leccornie
culinarie;
io consumo i miei caffè,
e stò nel silenzio,
guardo la gente transitare e rifletto;
cerco di riposare ma non riesco;
un giorno di sabato così,
tra noia e malinconia,
quanto mi manca lei.

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Stefano Medel: L'uomo dell'ultimo tavolo

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2017 all right reserved)

  Sopra...Sopra...

 

  Casa!   Casa!   Aree   My Area   Ghimmisammanni   Contatti   Login   Logout
  Aree   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli   In giro Per
  My Area   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli / In giro per...