il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!

La canzone di maggio - Antonino Fleres

 
 

Le canzoni di Antonino Fleres: La canzone di maggio

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 7940

Testo online da domenica 23 novembre 2014
Scritto nel 1982

 

La canzone di maggio

Voglio accendere il sorriso
disegnare sul tuo viso
la tristezza dolce di un narciso
La poesia che addolcisce il mare
cui le onde tenue fa spumare

Voglio avere i tuoi segreti
cancellare i sogni inquieti
con la mente andare nei vigneti
Musica sia che addolcisce il cuore
cui la nostalgia diventa amore

Prime gemme sui rami
della riviera oh no
Già nell'aria i richiami:
È primavera

Non giurare che m'ami
potrei cascarci; sai
Stretta nei tuoi ricami
non mai comprenderai

La canzone di maggio
che parla un po' di te
è soltanto un miraggio
(in cui ti avrò)

Non giurare che m'ami
potrei cascarci; sai

Voglio intingere la luna
dentro il pozzo sulla duna
per avere in cambio la fortuna:
La fantasia delle mille sere
perse ad affogare un dispiacere

Voglio cogliere il frumento
colorare il malcontento
salutare i semi sparsi al vento
Per respirare il profumo vivo:
quale fumo d'un legno d'ulivo

Prime gemme sui rami
della riviera oh no
Già nell'aria i richiami:
È primavera

Non giurare che m'ami
potrei cascarci; sai
Stretta nei tuoi ricami
non mai comprenderai

La canzone di maggio
che parla un po' di te
è soltanto un miraggio
(in cui ti avrò)

Non giurare che m'ami
potrei cascarci; sai

Ascolta!

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla canzone di Antonino Fleres: La canzone di maggio

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...