il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Notte!

Tutto si smaschera da sé. - Angelo Michele Cozza

 
 

Le poesie di Angelo Michele Cozza: Tutto si smaschera da sé.

 
Angelo Michele Cozza

ID Autore: 1856
ID Testo: 7890

Testo online da giovedì 5 giugno 2014
Scritto nel 2014

 

Tutto si smaschera da sé.

Poi che ancor nano fanciullo
una farfalla maculata vidi aliare
la ricorsi illuso di afferrarla
ignaro dello svariare del suo volo
su rovi poi stremato ruzzolai;
adolescente imberbe e implume
di amor sentii farfugliare
me ne invaghii, misi speranze ed ali
e mi lanciai in pazzi voli;
già uomo in divenire
infiammatomi di libertà e giustizia
giunsi al settimo cielo e le sposai.
Nessuno mi avvertì del troppo alto!
Oh cuore ingenuo e anima tersa
quanti e chi di voi abusarono
con quante delusioni e pene
pagaste menzogne sublimate!
Ah venditori di fole amori
e bolle di sapone da quattro soldi
dépliant spot e parole del diavolo
che propagandavano falsi campi elisi!
Qualche deità indispettita
partecipò, a mia insaputa,
giuda al disastro irreparabile
degli ideali sommi di un vivere?
Idiota mi affidai senza diffidare
mani vellutate che lame celavano
strinsi e afferrai ma me ne avvidi
se non quando il sangue già grondava!
Senza le sette chiavi le virtù
e l'amore non vanno da nessuna parte:
le barche di salvezza avveniristiche
tutte marce o che imbarcano acqua
non attraversano a lungo il mare,
il futuro resta una metafuga
che nudo e scalzo nella bufera
non puoi né raggiungere o varcare;
l'incompiuto è l'unica scelta
offerta dalla ruota della sorte!
Che speranza modulare al buio
se la fede si rifà a momenti
e si infrange come un vetro
al primo urto, se l'onestà
è sempre ferita e rifuggita
e or ai più fa quasi orrore?
Non si semina avvenire elettivo
nell'aridità dell'essere
o nella sabbia della coscienza,
nulla sopravvive alla Gorgone
o agli artigli del malaffare
che trapassa l'accadere puro.
Che aspettarsi se l'ingegno
è prezzolato e si allea al malfatto
per raggiungere titoli agi e onori?
Annotta ancor prima di venir luce
e il buio né dà barlumi né ti illumina!
A noi, già partenti e distaccati,
nulla più oramai ci sbalordisce
affissando oltre la scia dello sciame
un estraneo mondo ingabbiato
che il tempo invecchia stinge e corrode.
Il falso il vero e l'ambiguo
sono fili di una stessa matassa
che mai si sbrogliano tanto intrecciati.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Angelo Michele Cozza: Tutto si smaschera da sé.

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...