il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Teatro antico - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Teatro antico

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 75

Dedica: a tutti i piccoli bisticci di cuore (e non solo) delle coppiette recenti e datate.
E dedicato anche al film "La foresta dei pugnali volanti" (2004, Cina, titolo originale "Shi mian mai fu", in inglese "House of flying daggers", regia di Zhang Yimou, con Takeshi Kaneshiro, Andy Lau, Ziyi Zhang, Dandan Song) che ha ispirato alcuni passi di questo mini racconto (in particolare i primi tre quarti).

Testo online da sabato 5 maggio 2007
Scritto nel 2007

 

Teatro antico

Ho visto te. Hai pianto dalla mattina alla sera: complice il teatro antico cinese (seppure in versione grande schermo, condito con qualche succulento "miracolo binario" e qualche piccolo sublime gioco cromatico)...
Certo, non tanto lo stormo risolutore di quei pugnali cerebro-comandati, quanto l'epilogo: l'ennesima fregatura figlia dell'innamoramento (che si compia nel tempo antico od in quello moderno poco importa), rimbalzando da una fonte di luce propria ad una riflessa, ha generato il ciak di lacrime.
Curioso (è) come salta all'occhio la subdola costante, che lega il motivo di talune "poesie del perduto amore" del tempo antico, alle stesse del tempo moderno: la socchiusa imbecillità maschile... fa il verso alla vittima e al carnefice. Ecco il maschio protagonista...
Motivo non motivo, a spasso con la commedia, con la tragedia, con il "senso della vita"... pagava il doppio del prezzo.
In fondo, cos'ha chiesto: di non decidere per lei su ciò che fosse o non fosse sublime, come dire che non sarà mai il padrone del suo cuore, cuoricino giallo paglierino con le timide gote turchine.
Dopo tutto, il sorriso di lei non lascia scampo, il protagonista ne viene ratto, perde i lumi, conta fino a cento ma è davvero inutile... i numeri non sono amici, neppure matematicamente: è la matematica della chimica a condurre il gioco, insieme al transito genico, veloce come i millenni.
Ho visto la vita, meravigliosa nella sua indecifrabile semplicità: ha partorito gli attori, così seri, così impegnati a rendere le tante cose quotidiane il più banalmente complicate possibile... La legge dell'uomo, la legge di Dio, la legge del taglione: in amore e in guerra tutto è permesso...
Infine, la scena subisce un colpo. In verità è la vista di un palco non reale a suggerire il dubbio. Ho visto te, hai pianto lacrime dentro un sogno, hai rimosso dall'auto il corpo, con metodo, con vanto austero, non senza un innocente, crudele, sorriso... Il prezzo è da pagare (si sa), hai contabilizzato le somme e consegnato il conto ad "uno". Hai fatto pagare al passante ingenuo (l'ultimo, l'unico senza macchia, incontrato per caso e non per volere del destino), le pungenti stilettate subite a torto da ogni "altro" del tuo turbinoso passato...

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

L'infantile imbecillità maschile e l'impassibile, savia, crudeltà femminile... sono da sempre ingredienti primi nel teatro antico delle incomprensioni di testa e di cuore, dacché le due persone si unirono, diventando, almeno per un istante, una "cosa" sola...

 
 

I Commenti dei lettori al miniracconto di Antonino Fleres: Teatro antico

Salvatore
Data commento: sabato 21 giugno 2008 - Provincia: Roma - ID: 63

Senza parole... Criptica quanto basta, lascia spazio al lettore che, se vuole, può abbinare riflessioni su riflessioni ad ogni passo... Al di là del messaggio, è ben scritto ed elegantemente proposto. Saluti.


Data commento: lunedì 21 maggio 2007 - Provincia: - ID: 62

Una figata... peccato che la "gente" non comprenda la tua arte... Un abbraccio.

Riccardo
Data commento: lunedì 14 maggio 2007 - Provincia: Torino - ID: 61

Molto bello. Vedrò prima o poi il film!!! Bene...

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Teatro antico

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...