il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!

Terza dimensione - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Terza dimensione

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 72

Dedica: alla luna in eclisse e al "dolce naufragare".
E dedicato anche al film "Cast away" (Stati Uniti, 2000, scritto da William Broyles Jr. e diretto da Robert Zemeckis. Principali interpreti: Tom Hanks, Helen Hunt, Nick Searcy), da cui ho tratto alcuni piccoli spunti.

Testo online da venerdì 3 marzo 2006
Scritto nel 2007

 

Terza dimensione

Naufragio perfetto. La trasvolata, il capriccio del motore, l'ammaraggio tra le onde frullanti del mare in tempesta, lo sballottaggio sui rottami di fortuna fino alla spiaggiata...
Stanotte la luna è piena, e, si vede, nel bordo che punta a ovest, una inedita sfumatura luccicante. Colpa del pianeta terra che si è messo in mezzo e che obbliga il suo satellite a mostrare la terza dimensione. Si intuisce, guardandola, la sua vera forma sferica (e ci si arrende ad essa), perché la sua faccia chiara è in ombra e non capita spesso di poter ammirare cotanta beltà... Ho scattato alcune foto (mentre sballottavo accovacciato sugli sfridi), ma l'attrezzo non ha risposto alle attese... lo sospettavo.
Son naufrago tra le (recenti) domestiche mura, godo dei conforti tecnologici e spero di ritornare, un giorno, alla mia vera dimora, quella natia; spero che qualcuno mi trovi, uomo o macchina che sia, seppur per caso, magari grazie a questa luna speciale, un poco rossa, un poco magica, un poco mia...
Già, il caso. Solo il caso: dato che non vi è traccia in cartina alcuna, e nemmeno i satelliti spia, che pure leggono l'anno (punzonato sul dorso di un centesimo di euro), non riescono a vedere questo luogo. Luogo non luogo, nessuna cartina, nessun satellite, sono naufrago ogni giorno di più, con sempre più misera remota possibilità di ritorno...
La luna è una sfera, l'ho ben capito stasera. Se potessi tornare, potrei riabbracciare chi, senza esitare nel pensiero, mi elesse al piano più in alto del ministero che preferiva, e che non ho mai conosciuto. Ho cercato di scoprirne il nome, ma ora sono vinto in questo luogo disabitato, sconosciuto e deserto. La ricerca non ha più ragione.
Turchino è il colore, colore truffaldino, colore di abbandono quotidiano. Non fare finta di non capire, cara fatina, ti ho visto (e ascoltato) ieri notte: regalavi aneddoti circa le tue guide ai tempi del foglio rosa: guide improprie, anomale, poco asfalto, pochi semafori e segnali... ma tanta camporella e tanto abbandono al solletico viscerale.
Lo so, sono io che ho preso l'aereo, io, sono partito... e sono finito su questo punto di domanda. La domanda è affondata una glaciazione fa; è rimasto solo il punto inebetito. Non ho prestato la dovuta attenzione (ecco la colpa), e la terra si è infilata tra la luna e il sole... La luna... anomala sfera dai moti plurimi, il motore, la terza dimensione.
Si è concluso lo spettacolo, signore e signori, grazie per essere stati con noi, buona notte e buona domenica. Io aspetto ancora un poco, conto sul caso, chissà che non passi, mi noti, mi rifocilli e mi regali un viaggio di ritorno, o un altro viaggio di andata, senza ritorno...

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

Normale cornaca di un naufragio, in un una notte di plenilunio con annessa visione della terza dimensione...

 
 

I Commenti dei lettori al miniracconto di Antonino Fleres: Terza dimensione

Riccardo
Data commento: mercoledì 4 aprile 2007 - Provincia: Torino - ID: 60

Mizzica!!! Hai capito pure poeta!!! Bella ma molto difficile!!! (non per tutti) Ciao Ricky.

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Terza dimensione

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...