il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!

Concorso di colpa - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Concorso di colpa

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 69

Dedica: al carosello di colpe e di colpevoli, in onda quando la scissione si consuma e le storie cambiano.

Testo online da venerdì 12 gennaio 2007
Scritto nel 2007

 

Concorso di colpa

Non è mai una sola, la motivazione.
La colpa è del concorso.
Quando finisce un amore (d'ora in poi "storia") è il concorso delle colpe che la fa da padrona. Sono le moltitudini casuali di eventi (combinati con le anime degli stati e mescolati con i vari sentito dire e con i certi percepiti epidermidi) che, combinando i loro spigolosi nessi, tirano le somme.
Quando una storia finisce (o cambia semplicemente la storia), il concorso ha la colpa. Detronizza la singola virtù, la singola iniziativa; queste, da sole, non sono altro che esili bracciate senza potere di spinta (dato che la corrente è tanto docile quanto contraria). Non resta che sintonizzare il monitor sul canale zero, birra e patatine, piedi sopra il puffo e vai con il concorso. La storia ed il conorso, complici ed amici, arbitrati dal più annoiato destino (appollaiato sul crogiolo dismesso, non più teatro di fusione evolutiva). Amici di colpa, di esistenza, di vita, di terracotta rafferma.
Concorda il concorso, non fermare il mezzo al di qua del bordo: il bordo è un limite e costringe perciò la palpebra pesante, e la storia non può essere vista se l'occhio non è aperto (e bene), e nemmeno compresa se i neuroni restano (pure loro) al di qua del bordo.
Finisce la storia, inizia la storia, la storia continua.
Orsù soldati e soldatesse: svestite la colpa e investite il concorso. Se è storia recente, presto sarà pila (non ordinata) di fotogrammi scombinati, prima il dieci, poi il cinque, che fine ha fatto il venti? E i dialoghi? E la colonna dolby olofonica? Se è storia datata, invece, è già stata scombinata per bene poiché il tempo è come l'alta velocità: distorce le forme (in questo caso dei ricordi).
Il concorso è la via, è come lo spiraglio di luce fatta intravedere al fuggiasco in trappola per evitare il peggio, è la penna che traccia le trame della storia.
La colpa non esiste, il colpevole nemmeno, prova a chiedere a Cloto o a Lachesi o ad Atropo...

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

Le Moire (Parche), figlie dell'Olimpo, sono (loro) le vere fate, ovvero coloro che presiedono al fato, al destino dell'uomo... chi tesse, chi distribuisce, chi taglia... e non vale solo per le storie d'amore...

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Concorso di colpa

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...