il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Senza levar parola - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Senza levar parola

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 68

Dedica: al cavaliere solitario del XVIII secolo.

Testo online da venerdì 29 settembre 2006

Ultima modifica del venerdì 29 settembre 2006
Scritto nel 2001

 

Senza levar parola

Se giro la faccia e guardo, vedo la faccia che lotta per non strizzare gli occhi, per non cedere ai gropponi, che l'orgoglio del non partorire lacrime sembra troneggiare come fosse il primo dell'Olimpo.

Vedo una mosca senza ali che non sa di non avere ali, che gira la faccia e guarda.

Vedo un cucciolo felino che gira la faccia e scopre il suo mondo aperto e chiuso: una scatolaccia di legnetti grezzi, e intorno, uno stanzone dai portoni magici.

Vedo l'acqua che scende, spruzzerellando avvolgere l'anonimo sostegno, ed una mano accarezzare, dall'altro verso, lo zampillo eretto.

Ho chiesto tante volte senza levar parola. Mi è stato offerto ciò che non avevo chiesto. Ed io l'ho preso, a volte, con far distratto, e come fossero ombre proiettate dalla luce ballerina dei lampioni, ho osservato ed estraniato.

Il fare solitario è diventato mio non da poche lune, e la compagnia per me, oggi, è come un "soldo" per il signor Conte. Continuerò a non produrre echi e a non stendere le braccia all'orizzonte.

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

Nulla di triste, roba d'altri tempi...

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Senza levar parola

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Ricarica:
Codice di Sicurezza:
Codice di Sicurezza:
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2019 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...