Chiunque tu sia,
Buona Notte!
Skip Navigation Links

Aforisma di valore - Domenico Ruggiero

 

Le massime di Domenico Ruggiero: Aforisma di valore

 
 

ID Autore: 1809
ID Testo: 6476

Testo online da martedì 25 settembre 2012
Scritto nel 2012
Ricerca Avanzata

Aforisma di valore

Il numero delle gomme della mia macchina è maggiore del peso delle tue parole.

Commento al testo dell'autore Domenico Ruggiero:

La saggezza spesso si nasconde nelle cose comuni, nelle cose quotidiane e nel caso del prof. Domenico Ruggiero "nel numero delle gomme della sua macchina". Credo che l'aforisma sia una delle chicche di pensiero tra i tanti aneddoti, riflessioni , parabole e altri pezzi di vita di tutti i giorni, conditi sempre da un' ironia solleticante, che continuamente disappanna i vetri del suo parabrezza nelle umide serate invernali.

L'aforisma riflette su parametri di misurazione nella dimensione del quantitativo e qualitativo.

La diatriba si svolge prettamente nell'incidenza dei due termini di paragone.

La misurazione trova il suo significato nel greco métis o metron, da cui la parola corrispondente "prudenza", a sua volta coincidente la parola providentis, vale a dire la capacità di riconoscere il "valore" del dopo sulla base delle ferree conoscenze imposte dall'ordine logico-sequenziale della matematica.

Una matematica piena di se, la quale nel suo risolvere/si, attraverso elementi numerici vive il suo rapporto con il mondo nella possibilità di ricercare il sistema per evitare il pericolo del caos.

Friedrich Nietzsche in un suo aforisma sostiene che la scienza sia nata per il terrore contro gli innumerevoli perché irrisolvibili disposti a caso sul banco di prova dell'esistenza.

Considerando questo, la matematica ha da secoli mostrato il pugno duro davanti alle contingenze e attraverso un lungo processo di assimilazione, deduzione nel tempo, essa ha fornito ulteriori approfondimenti di carattere questionabile nelle istanze storico-filosofiche.

Le prime forme entro cui la matematica ha trovato il proprio dispiegamento nella storica carreggiata, derivano dalle antiche conoscenze già implicite nelle considerazioni di Platone sull'aritmetica e sulla geometria, le quali tendevano soprattutto a mettere in luce la differenza tra le grandezze percepite dei sensi e le grandezze ideali che sono l'oggetto della matematica.

Questa definizione veniva in un secondo momento formulata da Aristotele come segue:

Il matematico costruisce la sua teoria per mezzo dell'astrazione: egli prescinde da tutte le qualità sensibili, quali il peso e la leggerezza, la durezza e il suo contrario, il caldo e il freddo e le altre qualità opposte e si limita a considerare solo la quantità e la continuità.

Kant introduceva il concetto matematico nel suo lavoro filosofico, ponendo una seria distinzione tra matematica e filosofia. Mentre la filosofia procede mediante concetti, la matematica procede mediante la costruzione dei concetti dell'esperienza.

Ma la nostra ricchezza spirituale... dipende dai risultati delle nostre esperienze con il mondo? Ecco che attribuiamo spesso un peso morale a tutto ciò che di verità o falsità si tratta, rendendola qualcosa di fermo, di statico, e di incontrovertibile dove gli stati d'animo non si perdono nel turbine dissolutivo del "Pantha rei " eracliteo.

L'aforisma di Domenico Ruggiero rappresenta un'esperienza diretta costruita attraverso un faticoso percorso di costruzione logico-concettuale, dove l'autore accende un primo riflettore, giudica di doverne accendere un secondo ... un terzo e un quarto, fino a che non ritiene di aver illuminato totalmente ogni aspetto della verità degli esseri.

Anche se ci troviamo in un'epoca storica dove è difficile seguire il mondo "nell'accelerazione dei tempi" - per dirla con Diego Fusaro - soppesandolo con gli occhi della sana ragione, dove la falsità prevaricatrice è donna seducente del nuovo secolo.

Ma le vie tracciate della ragione nell'aforisma dell'autore sono sempre le più oneste, le più sensate, ancor più provocanti, dinnanzi alle angherie e sfottò delle verità al massimo da tre soldi.

(Fabio Squeo)

 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla massima di Domenico Ruggiero: Aforisma di valore

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
_

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2017 all right reserved)

  Sopra...Sopra...

 

  Casa!   Casa!   Aree   MyNino   Ghimmiiormanni   Contatti   Login   Logout
  Aree   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli   In giro Per
  My Nino   Mercato   Letteratura   Almanacco   Articoli / In giro per...