il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Odiose parole - Antonino Fleres

 
 

I miniracconti di Antonino Fleres: Odiose parole

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 64

Dedica: alle persone che non scorgono la differenza tra parole e azioni... fingendo di non conoscere la potenza del denaro.

Testo online da venerdì 15 settembre 2006
Scritto nel 2006

 

Odiose parole

Odiose le parole, abitano l'etere, occupano tonnellate di cellulosa; se le ascolti, se le leggi, non hanno mai un senso solo. Le parole esprimono concetti, eppure, da sole, non valgono nulla. Nemmeno quando sei tu a scrivere o a parlare; le parole non contrastano il proprio destino, rimangono tali, anonime, per sempre.

Le azioni invece lasciano un segno, non confondono la loro esistenza con quella di certe nuvolette rade che se ti volti a ripescarle, non ci sono più e forse non sono mai state lì. Le azioni costruiscono i ricordi (poiché il loro potere è costruttivo e distruttivo) e quindi la storia.

Odiose le azioni. Puoi capire un'azione, ma è solo un'illusione se credi di capirne il motivo. Nemmeno l'attore è padrone del motivo.

Parole e azioni: come dire il senso del non senso, il tessuto non tessuto. Nessuna certezza, onde nell'etere, storia orfana del suo nome proprio, niente onomastico e compleanno. Ingranaggio senza fulcro e senza momento rotante.

E invece i soldi, il denaro, la moneta. Ecco il collante. La lingua universale. Analfabeta colto al cospetto del soldo. Ecco il motivo, trovata la ragione, parole e tasso d'interesse, azioni e prelievo al bancomat.

Puoi dire ciò che vuoi, chiunque può sposare le tue parole e farle sue, può cucire addosso a sè il vestito preferito, ognuno può scegliere un abito diverso. Le tue parole diventano milioni di parole, milioni di significati uguali e opposti.

Puoi fare quello che vuoi, chiunque può cogliere il gesto e farlo suo, può interpretarne l'origine, sceglierne il senso, il motivo. Il tuo ricordo, la tua storia, vive la scissione in milioni di ricordi, tutti diversi, simili, alieni, estranei.

Tra le parole e le azioni ecco in mezzo il denaro, plausibile unica certezza, non fraintendibile, non relativa, non distorcibile.

Cerchi un senso per le parole? Una ragione per le azioni? Inizia dalla più attenta analisi in cartamoneta...

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

I denari non danno la felicità, ma pilotano pensieri, parole, missioni e omissioni... tutte volte alla conquista della felicità... Commento rindondante?

 
 

I Commenti dei lettori al miniracconto di Antonino Fleres: Odiose parole

Rita Giove

ID Autore: 1935

Rita Giove
Data commento: domenica 1 marzo 2009 - Provincia: Caltanissetta - ID: 934

Sacrosanto, verissimo... dicevano gli antichi: "Il denaro fa venire la vista ai ciechi!"
Tutto può sfuggire, può essere frainteso, e si dà tanto peso solo al denaro lasciando per strada qualcosa di più importante: il vero senso della nostra esistenza.
Un carissimo saluto e... grazie per ciò che condividi con noi. Ciao. Rita.

Ps. Sei forte e profondo!!

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento al miniracconto di Antonino Fleres: Odiose parole

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...