il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!

Confusi ideali - Roberto Filia

 
 

Le poesie di Roberto Filia: Confusi ideali

 
Roberto Filia

ID Autore: 1883
ID Testo: 566

Testo online da domenica 25 novembre 2007
Scritto nel 1999

 

Confusi ideali

rode troppo questa maledetta rogna
che più s'allarga e più s'infossa
e che il cor più d'ogn'altra cosa agogna
librarsi di tal veste che s'indossa

appar cosa scaltra ed intrigante
insinuandosi tra i meandri e nelle zone
del cervello d'ogni vano e in un istante
ti fan perdere del lume la ragione

la voglia di gridare "non è vero!"
non può esser della vita questo il senso
ma pian piano come un serpe lungo e nero
striscia e poi diventa immenso

ah! quanto amerei la vita senza peso
come vorrei che libero tu fossi
dal cinismo che il potere in te ha ormai reso
una strada piana, in un cumulo di dossi

ma lo specchio dell'animo è falsato
la ricchezza e la brama di successo
ha reso ogn'uomo sempre più bendato
a trascurar le cose ch'hanno un nesso

l'amore, l'arte e l'armonia
tutto s'apre qui davanti agli occhi
e lo trascuri tralasciando la poesia
per quei lussi, che poi son sol balocchi!

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Roberto Filia: Confusi ideali

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...