il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Giorno!

Morte di un'idea - Roberto Filia

 
 

Le poesie di Roberto Filia: Morte di un'idea

 
Roberto Filia

ID Autore: 1883
ID Testo: 528

Testo online da venerdì 9 novembre 2007
Scritto nel 2002

 

Morte di un'idea

Or che mi trovo fra queste mura bianche
già mi sovviene un pensiero atroce
giammai mi dolse il corpo e le mie ossa stanche
bensì il cuore... e si strozzò la voce

chiuso, buio negli occhi, giappiù la luce
polsi legati, dalle lenzuola bianche
viso nascosto dietro un aspetto truce
le anime ch'aspettano, là sulle panche

odo le sferruzzare degli arnesi strani
aghi ch'infilzano il mio corpo magro
tesa la pelle, tese le mie mani
chiaro il mio sangue.. come fosse agro

venti lontani, ricordi d'una vita
vita vissuta, vita sperata
giovane dietro una speranza ormai finita
in questa stanza, dietro ad una grata!

 
 

I Commenti dei lettori alla poesia di Roberto Filia: Morte di un'idea

Mariella
Data commento: giovedì 6 dicembre 2007 - Provincia: Cagliari - ID: 377

Eccezionale!! Molto ben scritta, immediato anche il piacere della lettura per una poesia che, nella sua struttura letterale, ricorda poesie antiche. Forte l'impressione e la condivisione di ciò che hai voluto esprimere.

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Roberto Filia: Morte di un'idea

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...