il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Pomeriggio!

Scoscende or la strada che in cima portava - Angelo Michele Cozza

 
 

Le poesie di Angelo Michele Cozza: Scoscende or la strada che in cima portava

 
Angelo Michele Cozza

ID Autore: 1856
ID Testo: 4718

Testo online da venerdì 22 ottobre 2010
Scritto nel 2010

 

Scoscende or la strada che in cima portava

Scoscende or la strada che in cima portava
di movimento rigenerazione trapasso a libertà
ci si andava illudendo inerpicandosi per la vita
poi da un eliso irraggiunto indolenti si ridiscende
animali infelici ottusi di umano e di amore.
Inciso il nastro di una declamazione d'essere
in un silenzio immanente sfiocca ogni intima voce
buffo tutto precipita, si disgrega, torna l'ignominia
devasta il male l'animo e ci si rispecchia pidocchi.
Finti svincolati si voleva violare un logos
arroganti affermare un libero arbitrio,
al brado sopravvivere senza scrupoli,
egoisti derubare e mettere a tacere
i disappunti della coscienza sul peggio
possibile che si sceglie e si commette.
L'abiezione perpetua soprusi sul bene
angosciati ci riporta ad essere quel che siamo
e che volevamo sconfermare: egoiste bestie!
Avida e sconfinata la bramosia meretrice
non riesce né può mai saziare davvero il cuore.
L'istinto, indomabile e incoercibile
selvaggio, congenito e immutabile,
conosce solo il prendere e predare
e ignora o omette il dare e il donare:
alla fine mai niente nulla e nessuno
si contrappone a sé stessi con successo
da millenni è sancito così per ogni specie.
Si, possiamo saltare, tentare un volo
simulare decolli o evolute ideali
ma pigmei a terra sempre tonferemo:
essere eccezionali è solo una moda
e ogni moda dopo la sfilata
dura tutto a più appena una stagione.

 
 

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Angelo Michele Cozza: Scoscende or la strada che in cima portava

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...