il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Sera!
Casa My Area Ghimmisammanni Contatti Login Menù

Per la Madre - Antonino Fleres

 
 

Le poesie di Antonino Fleres: Per la Madre

 
Antonino Fleres

ID Autore: 1
ID Testo: 1407

Dedica: a tutti, con mille scuse.

Testo online da domenica 6 luglio 2008
Scritto nel 2008

 

Per la Madre

Commento all'immagine dell'autore Antonino Fleres:

Un grazioso ponticello al Parco Mario Carrara (Pellerina) di Torino

Per la Madre

Non piango per me
piango per la madre.

La madre non può
cogliere il frullio,
orario rotatorio,
di sconosciute viti,
che scomparendo piano,
saldano legno al legno.

Lei vede la natura
che le rovina contro,
rivede il ventre suo
da cui naque la vita;
ed il travaglio
lontano,
celato ormai,
dal coperchiaccio vile.

Non serviranno lacrime
se non per il sollecito:
alché quel giorno,
l'ultimo,
arrivi presto.

Così che possa subito
riabbracciare il figlio;
certa che non sarà,
quest'ultimo,
un altro disinganno.

Commento al testo dell'autore Antonino Fleres:

Ci sono istinti che non possono essere vinti dalla ragione. Per esempio, l'istinto del genitore non comcepisce il fatto (che però, purtroppo, accade) di dover seppellire la propria prole.
Questo testo vuole rendere omaggio a tutti i genitori (sopratutto alle madri) che sono costrette a vivere la scomparsa dei figli (figlio o figlia - nel testo si è scritto figlio, al maschile, ma è inteso come prole) e sopratutto quando i figli sono già grandi, persino in età matura; dato che i genitori anziani, le mamme anziane, sono (generalmente) ancor più fragili.
La scomparsa dei figli spesso avvicina i genitori alla Fede e talvolta, il grande dolore (e la speranza di poter riabbracciare i figli scomparsi), contribuisce ad anticipare il giorno del loro stesso trapasso.
Infine, piccole traduzioni:
Le viti che saldano legno al legno sono quelle che servono a sigillare il coperchio della cassa al corpo della stessa.
Il disinganno, ovvero la disillusione che licenzia molte "ex certezze" durante il cammino "di nostra vita", non può nulla di fronte a quest'ultima "certezza"...
Ovviamente, la voce narrante è quella del figlio defunto.

 
 

I Commenti dei lettori alla poesia di Antonino Fleres: Per la Madre

Beppe
Data commento: mercoledì 9 dicembre 2015 - Provincia: Torino - ID: 1785

Wow! Non ho parole. Degna, veramente degna. Ciao, grazie. Beppe

Eugenio
Data commento: lunedì 12 ottobre 2015 - Provincia: Padova - ID: 1782

Ho già votato questo bel testo ma esso merita anche un commento perché è davvero toccante!
Complimenti! Eugenio

Rita Giove

ID Autore: 1935

Rita Giove
Data commento: venerdì 27 giugno 2014 - Provincia: Milano - ID: 1734

Toccante... un inno a quelle madri che soffrono di un dolore sì grande!! Stupenda.

Domenico Arcidiacono

ID Autore: 2057

Domenico Arcidiacono
Data commento: martedì 2 giugno 2009 - Provincia: Vibo Valentia - ID: 1049

Il mio profondo amore per la poesia mi ha portato con la lettura di questo meraviglioso scritto che il ricordo di una madre per la nascita del proprio figlio lega per sempre nel suo cuore quella creatura che da lei fu portata al mondo.

Rita Giove

ID Autore: 1935

Rita Giove
Data commento: mercoledì 5 novembre 2008 - Provincia: Milano - ID: 710

Non ci sono parole per commentre questo tuo scritto, posso solo dire: "la tua profondità d'animo riscatta le brutture della vita, sei veramente una persona speciale!" Ciao Rita

Gabriella
Data commento: giovedì 16 ottobre 2008 - Provincia: Torino - ID: 709

Troppi i perché, come le lacrime di chi ha il cuore straziato. Ai perché e alle lacrime di una madre va il mio pensiero. Aveva soltanto ventisei anni, era così bella e solare ...Possa questa meravigliosa creatura del Cielo, con la luce divina che ora l'avvolge, illuminare li occhi di sua madre, spenti di lacrime. Grazie, Antonino, per questi versi che affondano nell'oceano della tristezza riempiendo il cuore d'una dolce malinconia.

Gianna
Data commento: mercoledì 30 luglio 2008 - Provincia: Venezia - ID: 708

Sono spiazzata. È una delle poesie più belle che abbia mai letto. Bravo.

Mariella
Data commento: domenica 6 luglio 2008 - Provincia: Cagliari - ID: 707

Mi trovi vicina nel pensiero... immagino il dolore che consuma un genitore per la perdita di un figlio o figlia...
In questi giorni, ma già da tempo, è un stillicidio di sofferenza per morti causate da vari motivi ma sempre ingiuste e insopportabili alla ragione... Ciao Antonino e complimenti per la tua sensibilità poetica.

Chiunque tu sia, lascia il tuo Commento alla poesia di Antonino Fleres: Per la Madre

E-mail:
Nome:
Cognome:
Testo Commento:
Codice di sicurezza:
Codice di sicurezza:
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...
Casa! Casa! Aree My Area Ghimmisammanni Contatti Login Logout
Aree Mercato Letteratura Almanacco Articoli In giro Per
My Area Mercato Letteratura Almanacco Articoli / In giro per...