Chiunque tu sia,
Buon Mattino!
Skip Navigation Links

Almanacco del giorno 26 dicembre:

 

Oggi Scomparve: Sylva Koscina

 & nome_1_db_1(i) &

29
Sylva Koscina
Sylva Koskinon
26 dicembre 1994
Roma - Italia
Fu un lunedì di 23 anni fa
Aveva 61 anni

Nacque il
22 agosto 1933
Zagabria - Croazia (allora Jugoslavia)
Fu un martedì di 84 anni fa

(A cura di: 1)
Indici

Attrice.
Arrivò in italia giovanissima e, mentre era studente di fisica iniziò la carriera di modella (il suo primo titolo fu 'Miss Tappa' al giro d'Italia del 1954). Nel 1955 recitò una particina nel film 'Siamo uomini o caporali?' con Totò e così fu notata da Pietro Germi che le propose una parte importante nel fiml 'Il ferroviere' sempre del 1955. Gli anni successivi furono caratterizzati da una costante ascesa professionale. Tra i tanti film ricordiamo: 'Guendalina' del 1957 di Alberto Lattuada, 'Mogli pericolose' del 1958 di Luigi Comencini, 'Giulietta degli spiriti' del 1964 di Federico Fellini, 'Vedo nudo' del 1969 di Dino Risi, 'Asso' del 1981 di Castellano e Pipolo, e molti altri. Nel 1972 condusse con Mike Bongiorno e Paolo Villaggio il Festival di Sanremo. Sylva Coscina non disdegnò il teatro (ricordiamo 'Biondissimamente tua' del 1966) e nemmeno le apparizioni in TV in sceneggiati o spettacoli (ricordiamo 'I Giacobini' del 1962, 'E la vita continua' del 1984, 'Topaze' del 1970) che anzi predilisse nell'ultimo periodo della carriera. Scomparve prematuramente a causa di una neoplasia al seno.

Oggi nella Storia - Fatti: Maremoto in Indonesia

 & nome_1_db_1(i) &

102
Maremoto in Indonesia
26 dicembre 2004
Sumatra - Indonesia
Fu un domenica di 13 anni fa

(A cura di: 1)
Indici

Alle ore 1:58 italiane (7:58 ora locale), si verificò un forte terremoto di magnitudo 9.0 della scala Richter. L'epicentro fu localizzato al largo della costa nord occidentale di Sumatra, nel golfo del Bengala, alla profondità di circa 12 km. Il terremoto fu generato dal fenomeno della subduzione, ovvero delle placche della litosfera terrestre che, scontrandosi, si posizionano una sotto l'altra. Dato che le placche (euroasiatica e indoaustraliana) si scontrarono sotto il mare (in una delle più profonde depressioni tettoniche sottomarine ovvero la 'Fossa di Sonda'), ne seguì un enorme spostamento d'acqua che generò un maremoto, ovvero una serie di onde anomale (in giapponese tsunami - onda del porto), che sommersero le vicine coste (soprattutto dell'Indonesia, dello Sri Lanka e delle Maldive, ma anche dell'India, della Thailandia, della Birmania, del Bangladesh) provocando grandissimi danni sopratutto in termini di vite umane (circa 280.000 morti). Tra le vittime molti i turisti. Le onde, che si propagarono a circa 800 Km/h, arrivarono a toccare le coste dell'Africa, in Somalia, ove, perfino lì, vi furono delle vittime tra alcuni pescatori. Forse il danno sarebbe stato minore se le leggi della speculazione e del commercio non avessero imposto il disboscamento delle foreste di mangrovia (sulle coste) a favore del proliferare di alberghi e spiagge bianche.

Speciale: terremoti e maremoti della storia

 
_

Il Nino! - l'Agorà cinque punto zero!

  Sopra...Sopra...