il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!

Almanacco del giorno 16 novembre:

 
 

Oggi Nacque: Tazio Nuvolari

 & nome_1_db_1(i) &

411
Tazio Nuvolari
Tazio Giorgio Nuvolari
16 novembre 1892
Castel d'Ario, Mantova - Italia
Fu un mercoledì di 126 anni fa

Scomparve il
11 agosto 1953
Mantova - Italia
Fu un martedì di 65 anni fa
Aveva 61 anni

(A cura di Antonino Fleres
http://www.tazionuvolari.it/

 

Ricerca Avanzata

Pilota motociclistico e automobilistico.
Tazio Nuvolari, detto il "Campionissimo" (giusto per citare solo uno dei tanti soprannomi) iniziò la carriera come pilota motociclistico nel 1920 e, quasi contemporaneamente, nel 1921, come pilota automobilistico. Continuò così per molti anni, fino al 1930, ad alternare gare in moto ed in auto. In moto vinse due campionati italiani, in auto le vittorie furono innumerevoli (fu 5 volte campione d'Italia, vinse varie Targhe Florio, Coppe Ciano, Mille Miglia, e molte altre competizioni).
Figlio d'arte, poiché suo padre Arturo Nuvolari, agricoltore benestante, amava correre agonisticamente in bici con buoni risultati e, suo zio Giuseppe Nuvolari fu, sempre con la bici, addirittura un campione sia in Italia che all'estero.
Tazio Nuvolari divenne una leggenda grazie alla tenacia, l'audacia, lo sprezzo del pericolo e la noncuranza del rischio che caratterizzavano tutte le sue gare. Molti gli incidenti durante le gare che gli causarono fratture in tutto il corpo, ma riuscì sempre a continuare a correre. Anche nella vita ebbe dei gravissimi incidenti: la morte dei suoi due figli nel giro di pochi anni l'uno dall'altro: entrambi per malattia, entrambi solo diciottenni.
Tazio Nuvolari fu il primo a superare i 330 km/h. Smise di correre nel 1950, quando aveva 58 anni, ovviamente vincendo la sua ultima gara. In auto corse per la Bugatti, per la Maserati, per la Ferrari (nel 1948) e, sopratutto per l'Alfa Romeo della scuderia gestita dall'allora "debuttante" (nonché già pilota) Enzo Ferrari.
Nel 1952 fu colpito da un ictus che gli causò una parziale paresi. Un anno più tardi, l'11 agosto 1953, fu un altro ictus a dettrne la prematura scomparsa.
Moltissimi i riconoscimenti: vie, piazze e monumenti a suo nome, oltre che poesie, canzoni, libri e film a lui dedicati.

 
 
 
 

Oggi nella Storia - Fatti: Fondata Scuderia Ferrari

 & nome_1_db_1(i) &

410
Fondata Scuderia Ferrari
16 novembre 1929
Bologna - Italia
Fu un sabato di 89 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)
http://www.ferrari.com/

 

Ricerca Avanzata

Anonima Scuderia Ferrari Modena.
Nasce la scuderia di automobili sportive e da competizione fondata dall'ex pilota automobilistico Enzo Anselmo Ferrari, a quel tempo direttore del reparto corse dell'Alfa Romeo. La Ferrari si sviluppò all'interno dell'Alfa Romeo, come una sorta di succursale Alfa che serviva ai soci per dilettarsi nelle corse automobilistiche, ma nel 1940 se ne distaccò. Nel 1943 si trasferì a Maranello, in provincia di Modena, e nel 1946, fu progettata la prima vettura Ferrari, la 125 Sport a 12 cilindri. La Ferrari fu poi ceduta alla Fiat, ma Enzo Ferrari ne rimase presidente fino alla sua morte. Il logo della Ferrari, il cavallino rampante fu scelto in ricordo di Francesco Baracca, l'eroico aviatore italiano caduto sul Montello nella la prima guerra mondiale, che aveva fatto disegnare quel simbolo sul suo aereo.

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...