il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buon Mattino!

Almanacco del giorno 15 giugno:

 
 

Oggi Nacque: Alberto Sordi, Sergio Endrigo

 & nome_1_db_1(i) &

204
Alberto Sordi
15 giugno 1920
Roma - Italia
Fu un martedì di 98 anni fa

Scomparve il
25 febbraio 2003
Roma - Italia
Fu un martedì di 15 anni fa
Aveva 83 anni

(A cura di Antonino Fleres
http://www.albertosordi.it/

 

Ricerca Avanzata

Attore e regista.
Figlio d'arte, in quanto suo papà Pietro suonava il basso tuba al Teatro dell'Opera. Iniziò a recitare da ragazzo, prima nel teatrino delle marionette, poi nella rivista e avanspettacolo. Dal 1937 iniziò a lavorare nel cinema, prima come doppiatore di Oliver Hardy, poi come attore (la prima apparizione nel film 'Il Feroce Saladino' del 1937). Nel dopoguerra (1948) ottenne un grande successo radiofonico con il programma 'Vi parla Alberto Sordi' (ricordiamo i personaggi Mario Pio e il Conte Claro). Continuò ad alternare il doppiaggio, la radio ed il teatro, finché Federico Fellini non lo lanciò definitivamente come attore in 'Lo sceicco bianco del 1952 e I vitelloni del 1953. Da allora il successo non lo abbandonò mai. Tantissimi i suoi film, molti dei quali diretti da Monicelli, ed i premi e le onoreficienze ricevute (tra cui la carica di Cavaliere della Repubblica Italiana, tantissime cittadinanze onorarie e moltissimi tra David di Donatello, Leoni d'ore, Orsi d'oro, lauree ad honorem ecc. - nel 2000 fu persino sindaco di Roma per un giorno). Nel 1965 l'esordio da regista con 'Fumo di Londra'. Tra i tanti film ricordiamo: Lo Scopone Scientifico del 1972 di Luigi Comencini, Un Borghese Piccolo Piccolo del 1977 di Monicelli, Il Marchese del Grillo del 1981 di Monicelli, Il Tassinaro del 1983 di Alberto sordi, L'avaro del 1989 di Tonino Cervi. Ultimo suo film Incontri Proibiti del 1998. Si spense all'età di 82 anni nella sua villa di piazza Numa Pompilio in Roma.

 & nome_1_db_1(i) &

205
Sergio Endrigo
15 giugno 1933
Pola, Istria - Croazia (allora Italia)
Fu un giovedì di 85 anni fa

Scomparve il
07 settembre 2005
Roma - Italia
Fu un mercoledì di 13 anni fa
Aveva 72 anni

(A cura di Antonino Fleres
http://www.sergioendrigo.it/

 

Ricerca Avanzata

Cantante, autore
Figlio d'arte, suo papà Romeo era un tenore (oltre che scultore), ma Sergio non lo conobbe mai veramente perché scomparve che lui aveva solo 6 anni. Iniziò prestissimo a suonare (comprò la prima chitarra a 14 anni) ed ancor prima a cantare (cantava 'La donna è mobile' all'osteria di Bepi Mustaccia in Venezia), ma quando divenne giovanotto, decise di seguire il filone melodico della musica leggera. Nel 1959 entrò a far parte del complesso di Riccardo Rauchi, in qualità di cantante contrabbassista. Fu così che iniziò ad incidere dischi, ma il suo nome non comparve mai nelle note di copertina. Decise così di abbandonare il gruppo e tentare la strada solista. Infatti nel 1960 entrò in Ricordi ed iniziò ad incidere, finché non raggiunse la notorietà popolare con la canzone 'Io che amo solo te' del 1962. Ricordiamo alcune sue canzoni di quel periodo: Aria Di Neve, Via Broletto 34, Viva Maddalena, Era D'Estate, La Rosa Bianca (da una poesia di Josè Martì). Consacrò poi il suo suuccesso vincendo nel 1968 il Festival di Sanremo con il brano 'Canzone per te'. Sergio Endrigo preferì le collaborazioni con poeti come Gianni Rodari con il quale scrisse la famosa 'Ci vuole un fiore' o Vinicius de Moraes con il quale scrisse ed interpretò alcuni pezzi del concept album 'La vita, amico, è l'arte dell'incontro' del 1970. Fu anche scrittore, debuttando nel 1995 con il libro 'Quanto mi dai se mi sparo?' stampato in un numero di copie assai limitato. Scrisse anche un paio di colonne sonore per il cinema. Nel 2003 il suo ultimo album 'Altre Emozioni'.

 
 
 
 
 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...