il nino!
Sig. Chiunque tu sia ,
Buona Notte!

Almanacco del giorno 12 luglio:

 
 

Oggi Nacque: Amedeo Modigliani, Pablo Neruda

 & nome_1_db_1(i) &

257
Amedeo Modigliani
12 luglio 1884
Livorno - Italia
Fu un sabato di 134 anni fa

Scomparve il
24 gennaio 1920
Parigi - Francia
Fu un sabato di 98 anni fa
Aveva 36 anni

(A cura di Sandro Massarenti
http://www.modigliani-amedeo.com/

 

Ricerca Avanzata

Pittore, scultore
Appartenente ad una famiglia ebrea, già dall'infanzia fu di salute cagionevole, si ammalò di pleurite, di tifo ed infine di polmonite. Nel 1902 s'iscrisse alla Scuola Libera di Nudo a Firenze e due anni dopo, a Venezia, frequentò i corsi presso l'Istituto di Belle Arti. Ben presto, convinto di non aver più nulla da imparare in terra italiana, decise di realizzare le sue ambizioni a Parigi. A Montmartre, alla locanda il Lapin Agile, fece amicizia con Utrillo; al Bateau-Lavoir incontrò tra gli altri Pablo Picasso, Derain, Salmon e Apollinaire. Si appassionò alla scultura, nel 1907 riuscì ad esporre al Salon d'Automne, dove ebbe l'occasione di ammirare molte opere di Cézanne. Nel 1910 presentò sei opere al XXVI Salon des Indépendants senza però ricevere nessun commento da parte della stampa e della critica. Iniziò così il periodo più nero e scarsamente produttivo di tutta la sua esistenza. Lo stato di miseria in cui giacque e l'assunzione sempre più considerevole di alcool e droghe lo trasformano in un artista dissoluto e senza regole. Nel 1917 incontrò Jeanne Hébuterne e se ne innamorò perdutamente. Nel 1918 nacque la piccola Jeanne. Il 24 gennaio 1920 Modigliani morì di meningite tubercolare, due giorni dopo Jeanne, incinta all'ottavo mese, si uccise gettandosi dalla finestra al 5º piano della casa natale. Oggi riposano assieme nel cimitero parigino di Père Lachaise.

 & nome_1_db_1(i) &

258
Pablo Neruda
Ricardo Eliecer Neftalì Reyes Basoalto
12 luglio 1904
Parral - Cile
Fu un martedì di 114 anni fa

Scomparve il
23 settembre 1973
Santiago del Cile - Cile
Fu un domenica di 45 anni fa
Aveva 69 anni

(A cura di Antonino Fleres
http://www.fundacionneruda.org/

 

Ricerca Avanzata

Poeta.
Utilizzò il nome d'arte Pablo Neruda in onore dello scrittore e poeta ceco Jan Neruda (1834-1891). Iniziò da giovanissimo ad interessarsi alla letteratura e a soli 16 anni già collaborava con il giornale letterario 'Selva Austral', ove, nel 1923 pubblicò la sua prima raccolta di componimenti 'Crepuscolario'. Pablo ebbe una vita molto impegnata anche politicamente, infatti, dal 1926 al 1943 fece il rappresentante diplomatico per il Cile, in diversi paesi del mondo. Nel 1936 si trovò in Spagna ove visse l'esperienza della guerra civile prendendo politicamente parte a favore della Repubblica aggredita (soffrì molto della tragica fucilazione del poeta Federico Garcia Lorca). La Spagna fu molto importante per la sua poesia. Fu in Spagna che plasmò e raffinò il suo stile volto alla pura fratellanza verso il prossimo. Finita (male) la guerra in Spagna, tornò, nel 1944, in Cile, si iscrisse al partito comunista e fu eletto senatore; ma, dal 1948 al 1952, dovette scegliere prima la macchia e poi l'esilio, per non cedere al neodittatore Gonzalez Videla, riprendendo a girare il mondo. Nel 1953 vinse il premio Lenin per la pace. Nel 1965 prese la laurea honoris causa ad Oxford. Nel 1970 si candidò alla presidenza del Cile, Nel 1970 (fino al 1972) fu ambasciatore in Francia. Nel 1972 vinse il Premio Nobel per la letteratura. Morì nel 1973 a Santiago, nella clinica Santa María, poco dopo il Golpe del generale Augusto Pinochet Ugarte (ove morì l'allora presidente della repubblica cilena Salvador Allende l'11 settembre 1973).

 
 

Oggi Scomparve: Cesare Battisti, Fabio Filzi, Gianfranco Funari

 & nome_1_db_1(i) &

114
Cesare Battisti
12 luglio 1916
Trento - Italia (allora Austria)
Fu un mercoledì di 102 anni fa
Aveva 41 anni

Nacque il
04 febbraio 1875
Trento - Italia (allora Austria)
Fu un giovedì di 143 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Alpino.
Cittadino austriaco, si laureò in lettere nel 1897, poi, nel 1915 (prima guerra mondiale) si arruolò negli Alpini in quanto irredentista e sostenitore dell'intervento armato contro l'Austria e l'Ungheria. Raggiunse il grado di sottotenente e partecipò a molte missioni in prima linea. Finchè un giorno, il 10 luglio 1916 fu catturato, insieme a Fabio Filzi, dai soldati dell'esercito Austriaco che in un contrattacco riuscirono a capovolgere l'esito del combattimento in corso in quei giorni per la conquista di monte Corno. Furono processati sommariamente come traditori della Patria e condannati a morte per impiccagione. La sentenza fu eseguita due giorni dopo nel castello del Buonconsiglio di Trento. Cesare Battisti ricevette in seguito (in memoria) la medaglia d'oro al valore per aver scelto il sicuro martirio anziché volgere il tergo al nemico nel tentativo di salvarsi.

 & nome_1_db_1(i) &

415
Fabio Filzi
12 luglio 1916
Trento - Italia (allora Austria)
Fu un mercoledì di 102 anni fa
Aveva 32 anni

Nacque il
20 novembre 1884
Pisino d'Istria - Italia (allora Austria)
Fu un giovedì di 134 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Alpino.
Cittadino austriaco, si laureò in giurisprudenza, poi, nel 1914 (prima guerra mondiale) fu chiamato sotto le armi Austriache, ma disertò e si arruolò presso le truppe italiane. Raggiunse il grado di sottotenente e nel 1915 entrò nella compagnia comandata da Cesare Battisti. Finchè un giorno, il 10 luglio 1916 fu catturato, insieme a Cesare Battisti, dai soldati dell'esercito Austriaco che in un contrattacco riuscirono a capovolgere l'esito del combattimento in corso in quei giorni per la conquista di monte Corno. Furono processati sommariamente come traditori della Patria e condannati a morte per impiccagione (ma era già stato condannato a morte per fucilazione perché disertore). La sentenza fu eseguita due giorni dopo nel castello del Buonconsiglio di Trento. Fabio Filzi ricevette in seguito (in memoria) la medaglia d'oro al valore quale martire irredentista.

 & nome_1_db_1(i) &

593
Gianfranco Funari
12 luglio 2008
Milano - Italia
Fu un sabato di 10 anni fa
Aveva 76 anni

Nacque il
21 marzo 1932
Roma - Italia
Fu un lunedì di 86 anni fa

(A cura di: Laura Fleres)

 

Ricerca Avanzata

Cabarettista, autore, conduttore, opinionista.
In età giovanile lavorò a Saint-Vincent come croupier, quindi si esibì come cabarettista in alcuni locali di Roma dove, nel 1967, catturò l'attenzione di Oreste Lionello che lo invitò a unirsi a lui nei suoi spettacoli di cabaret. Nel 1970 debuttò in televisione nella trasmissione "La domenica è un'altra cosa". Nel 1980, su Telemontecarlo, condusse il programma "Torti in faccia" di cui era anche autore. Ma la popolarità arrivò grazie alla trasmissione del 1984 "Aboccaperta" in onda su Rai Due. Il suo successo continuò a crescere con i programmi "Mezzogiorno" anche su Rai Due e "Mezzogiorno italiano" trasmesso su Italia Uno nel 1991. Lo stile che lo caratterizzò, a volte aggressivo, volgare e piuttosto eccessivo, provocò molti commenti polemici e gli valse l'allontanamento prima da Rai Due e quindi dal gruppo Fininvest dove tornò nel 1993 per presentare alcune trasmissioni, in onda su Retequattro, attraverso le quali aumentò la sua vena critica nei confronti del mondo della politica e solidificò il proprio rapporto con il pubblico. Per un breve periodo fu direttore del quotidiano "L'Indipendente". Nel 1996 tornò alla Rai con il talk show di natura politica "Napoli capitale", chiuso anticipatamente. Alla fine di quell'ennesimo contrastato programma, Funari rimase a lungo lontano dalle televisioni. Dopo la separazione dalla moglie Rossana Seghezzi, iniziò una convivenza con Morena Zapparoli, trentacinque anni più giovane di lui, con la quale si sposò nel 2004. Alla fine degli anni Novanta si trovò a dover fronteggiare seri problemi di salute e, dopo aver superato un delicato intervento cardiaco, fu ospite della trasmissione "Per tutta la vita" condotta da Fabrizio Frizzi, durante la quale attaccò duramente la sanità italiana e l'allora ministro Rosy Bindi. Nel 2005 le sue condizioni di salute peggiorarono e dovette subire un ulteriore intervento al cuore. Nel 2007 tornò su Rai Uno con la trasmissione "Apocalypse show", connubio tra spettacolo, denuncia e riflessione su importanti temi sociali. Si spense all'età di settantasei anni, l'anno seguente, all'ospedale San Raffaele di Milano dove era stato ricoverato cinque mesi prima.

 
 

Oggi nella Storia - Fatti: Inaugurazione Canale di Panama

 & nome_1_db_1(i) &

255
Inaugurazione Canale di Panama
12 luglio 1920
Porto Said - Panama - Egitto
Fu un lunedì di 98 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)
http://www.pancanal.com/

 

Ricerca Avanzata

Il canale di Panama congiunge l'oceano Atlantico al Pacifico, dalle Antille al golfo di Panama ed è lungo 81 chilometri, largo fino a 300 metri e profondo 15. Permette alle navi di attraversare i due oceani senza dover circunnavigare l'America meridionale facendo loro risparmiare quasi due mesi di viaggio. Il primo progetto operativo fu quello del francese Ferdinand de Lesseps (lo stesso del canale di Suez), ma dopoo 8 anni di lavori (1881-1889) e più di 15.000 vittime sul lavoro (sopratutto a causa della febbre gialla), la società di Lesseps fallì ed i lavori furono sospesi. Poi, nel 1903, Panama dichiarò la sua indipendenza dalla Colombia e così, nel 1904 i lavori furono affidati agli americani e l'opera venne ultimata il 7 gennaio 1914 ed aperta al traffico il 15 agosto 1914. A causa della prima guerra mondiale però, l'inaugurazione ufficiale fu rimandata al 21 giugno 1920.

Oggi nello Sport - Fatti: Nazionale francese calcio campione del mondo

 & nome_1_db_1(i) &

256
Nazionale francese calcio campione del mondo
12 luglio 1998
Saint Denis, Parigi - Francia
Fu un domenica di 20 anni fa

(A cura di: Antonino Fleres)
http://www.fifa.com/

 

Ricerca Avanzata

Vinto mondiale di Calcio (FIFA)
Vinse per la prima volta il campionato mondiale di calcio. Vinse allo stadio Stade De France la finale contro il Brasile per 3 a 0. Reti di Zidane Z. (27°), Zidane Z. (45°), Petit E. (89°) per la Francia. Arbitrò la partita il sig. Belqola di nazionalità mor.
Le formazioni:
Per la Francia: Jacquet A. (allenatore), Barthez F., Lizarazu B., Leboeuf F., Thuram L., Desailly M., Deschamps D., Petit E., Djorkaeff Y., Karembeu C., Zidane Z., Guivarch S.
Per il Brasile: Zagallo M. (allenatore), Taffarel C., Cafu M., Junior Baiano R., Aldair N., Roberto Carlos S., Cesar Sampaio C., Dunga C., Leonardo N., Rivaldo V., Ronaldo L., Bebeto J.

@@Speciale: le squadre campioni del mondo di calcio@@

 
 
_
 

Il Nino! - la Piazzetta venticinque punto otto! (1961 ÷ 2018 all right reserved)

  Sopra...Sopra...